IL TEATRO ECOLOGICO A FESTAMBIENTE – Shakespeare senza corrente elettrica aggiunta

festambiente

GLI INNAMORATI DEL SOGNO

18 agosto – Parco della Maremma (Grosseto)

http://www.festambiente.it

Ospiti della manifestazione di Legambiente gli artisti del Festival di Stromboli con uno spettacolo a zero consumo di energia

La Festa di Teatro Ecologico continua a far parlare di sé: dopo il successo dell’“edizione zero” che si è tenuta a Stromboli dal 22 al 26 giugno, la compagnia fluidonumero9 partecipa a FESTAMBIENTE, l’annuale manifestazione dedicata ai temi dell’ecologia a cura di Legambiente, nel Parco della Maremma (Grosseto). L’appuntamento con il teatro – realizzato rigorosamente senza corrente elettrica aggiunta – è per il 18 agosto con uno Shakespeare del tutto particolare: GLI INNAMORATI DEL SOGNO, uno spettacolo itinerante fra gli alberi del bosco, un luogo che verrà trasformato dalla magia delle streghe e dei loro sortilegi d’amore…

Tratto dalla celeberrima commedia di Shakespeare Sogno di una notte di mezza estate lo spettacolo (interpretato da Tommaso Capodanno, Leonardo Gambardella, Regina Orioli, Elena Fazio, Nicolò Belliti, Alessandro Fabrizi e diretto dallo stesso Fabrizi) racconta le avventure notturne di quattro giovani in una selva incantata abitata da fate e spiriti: un gioco di illusioni in cui gli amanti si rincorrono, si confondono e si sfidano attraverso la magnifica poesia di Shakespeare, per l’occasione adattata in endecasillabi liberi che rendono la versione italiana più musicale e godibile per il pubblico.

Come per tutte le produzioni di fluidonumero9, anche Gli innamorati del sogno è uno spettacolo unplugged, senza corrente elettrica aggiunta, realizzato cioè senza nessun ausilio artificiale come luci o microfoni; un modo per risparmiare energia ma anche una scelta poetica, tesa a ricollocare l’attore e lo spettatore al centro della messa in scena, riconsegnando al teatro la sua forza immaginifica tutta “naturale”. Del resto cosa c’è di meglio di rappresentare il Sogno di una notte di mezza estate in un bosco vero, e di spiare gli innamorati persi tra gli alberi alla ricerca dell’amato bene? Non c’è scenografo o datore luci al mondo che possa realizzare un effetto scenico migliore!

LA FESTA DI TEATRO ECOLOGICO – Teatro, musica, danza senza corrente elettrica aggiunta: da quest’anno il Teatro Ecologico viene celebrato in una grande festa nell’isola di Stromboli. Dopo il grande successo dell’iniziativa, che ha attirato lo scorso giugno centinaia di spettatori sull’isola siciliana, il gruppo di fluidonumero9 ha già iniziato i preparativi per la prima edizione ufficiale, in programma per giugno 2014. Informazioni e adesioni su http://www.festaditeatroecologico.com e fluidonumero9@hotmail.it


www.festaditeatroecologico.com

E’ online il sito della Festa di Teatro Eco Logico:

http://www.festaditeatroecologico.com

Tutte le informazioni sulle attività in programma a Stromboli dal 22 al 26 giugno.

TeatroEcoLogico_4

FESTA DI TEATRO ECO/LOGICO A STROMBOLI

Teatro, musica, danza, performance senza corrente elettrica aggiunta

STROMBOLI, 22-26 Giugno 2013

con

Alessandro Fabrizi, Concita De Gregorio, Iaia Forte, Nadia Fusini,

Alessandro Baronio, Le Cardamomò, Genta-Schiavoni,

Patrizia Zappa Mulas, Caterina Gottardo, Teatro Pinelli Occupato

Alessandro Librio e molti altri

Cinque giorni per quindici spettacoli di teatro, musica, danza, letture, improvvisazioni, performance, tutti gratuiti e realizzati senza consumo di corrente elettrica aggiunta. In scena artisti da ogni parte del mondo, un cartellone variegato e sparso su tutta l’isola, un’occasione per vivere l’arte in contatto con la natura: è in scena dal 22 al 26 giugno a Stromboli la prima FESTA DI TEATRO ECO/LOGICO.

La FESTA DI TEATRO ECO/LOGICO è il primo evento al mondo di teatro, musica e danza rigorosamente unplugged ovvero senza luci, senza microfoni, senza effetti artificiali. Una scelta che nasce dal desiderio di limitare il consumo di energia elettrica, senz’altro, ma anche dalla volontà di riportare la presenza umana nel cuore della performance, di ascoltare la voce senza il riverbero e il filtro dei microfoni, di scoprire quali energie si liberano e si esaltano dal vivo se non si usa l’energia elettrica. E tutto questo a Stromboli, un’isola che è di per sé una scena altamente drammatica in cui si svolge un incessante dialogo tra terra, aria, acqua e fuoco. In questo ambiente, infatti, si percepisce – con tutti i sensi – la danza del mare, il canto del vento e il continuo borbottio monologante del vulcano, un personaggio chiamato “Iddu”.

La Festa di Teatro Eco/logico, alla sua prima edizione, propone un percorso di spettacoli, performance, letture e incontri intorno alle suggestioni artistiche derivate dal recupero di un rapporto sostenibile ma anche estetico con la natura. Il tema portante della kermesse è quello dell’Ira di Madre Terra, a partire dal mito di Proserpina come raccontato nelle Metamorfosi di Ovidio, un materiale ricco di spunti e fascinazioni che fa da filo rosso all’annuale laboratorio di Voce e Testo secondo il metodo Linklater. A scandire il cartellone della Festa di Teatro Eco/logico saranno proprio gli elementi del mito: l’ira, la terra, l’amore, l’Isola: ognuno degli appuntamenti propone uno sguardo diverso su questi temi, lasciando allo spettatore il compito di tracciare un personale percorso nel mito e nei suoi ancestrali significati.

Tra le proposte in programma a Stromboli lo spettacolo, a cura di Alessandro Fabrizi e Susan Main, “ERISITTONE, PROSERPINA E L’IRA DI MADRE TERRA, UN VARIETA’” in scena il 26 giugno all’Anfiteatro Eos. Lo spettacolo è presentato in due versioni ispirate alla “doppia vita” di Proserpina tra la Terra (versione LUCE ore 18.30) e gli Inferi (versione BUIO ore 22).

Il 24 giugno presso la Discoteca Mega alle 19.30 la mise en place del libro “IO VI MALEDICO” di Concita De Gregorio, con la partecipazione dell’autrice e Alice Redini, Tommaso Capodanno, Cecilia D’Amico, Leonardo Gambardella, Franco Paluzzi, Giorgia Visani.

Sarà invece Iaia Forte a dare voce alla grande prosa di Elsa Morante con una lettura de L’ISOLA DI ARTURO il 25 giugno alle ore 22 nella terrazza antistante Zurro.

Due gli interventi di Nadia Fusini che presenterà il suo libro “HANNA E LE ALTRE” (22 giugno, ore 18.30, presso la Libreria) e poi il 23 giugno alle ore 18 nel Limoneto della Locanda Barbablù la scrittrice toscana, con il contributo di Laura Mazzi, Alice Bologna, Marzia Pellegrino e Ilenia Cipollari, ricorderà la poetessa Silvia Plath a cinquant’anni dalla morte.

Tra gli spettacoli in scena a Stromboli anche il celebre melologo “ENOCH ARDEN” di Alfred Tennyson, con Patrizia Zappa Mulas (Pardes, 23 giugno, ore 19.30) e “USCIO E BOTTEGA” di e con Francesca Giaconi e Lorenzo Banchi, un divertente racconto della vita di due sposi tra uova e farina (26 giugno, ore17.30 e 18.30). E poi le performance “ANGRY” (in lingua inglese), scritta e interpretata dallo statunitense Paul Ricciardi, che sorprenderà gli spettatori con inaspettati blitz artistici in vari luoghi dell’isola (22 giugno, dalle 18 alle 22) e “METAMORFOSI: LA CREAZIONE DEL MONDO”, improvvisazione per attrice e argilla a cura di Ilenia Cipollari sulla spiaggia di Scari il 23 giugno alle 18.

Ma che Festa sarebbe senza la musica? Oltre alla parata musicale dei Takabum, appuntamento con il quartetto LECARDAMOMO’ per un concerto sul molo il 24 giugno alle 21.30; l’intensità dei versi di Garcia Lorca si unirà agli arpeggi di chitarra in LAS ROSAS (Pardes, 22 giugno, ore 22) con Marco Schiavoni e Caterina Genta, quest’ultima protagonista anche di TRIO DI ACQUE (Molo Vecchio, 25 giugno, ore 19.30). Alessandro Librio condurrà il pubblico nell’originale performance di viola, violino e “luogo” VIBRO (22 giugno, ore 22, B&B Pasquale).

Evento speciale quello a cura di Alessandro Baronio che, durante i giorni della Festa, costruirà scenografie e opere d’arte riutilizzando oggetti “rifiutati” ripescati dal fondo del mare e riconsegnandoli a nuova vita attraverso il ricordo e il contributo collettivo degli strombolani.

Infine, dal 22 al 26 giugno, l’isola di Stromboli ospiterà il laboratorio di danza e improvvisazione con musica dal vivo I SENSI DELL’ANIMA, a cura di Caterina Gottardo con interventi musicali di Paolo Pascolo. Il laboratorio si concluderà con una performance pubblica a Piazza San Vincenzo il 26 giugno alle ore 18.

Oltre agli spettacoli e agli eventi dal vivo la Festa di Teatro Eco/logico è anche un momento di riflessione sul ruolo dell’artista e del teatro in rapporto con l’ambiente naturale. Ecco perché il 25 giugno alle 17.30 sulla terrazza della Pensione La Nassa teatranti, artisti, ambientalisti, tecnici di palcoscenico e spettatori si ritroveranno per una TAVOLA ROTONDA SUL MARE. L’incontro, a cura di Giulia Giordano per il Teatro Pinelli Occupato, si arricchirà degli interventi di fluidoN9, teatro Pinelli, The Company, Gianfranco Zanna di Legambiente Sicilia, la compagnia Carullo-Minasi, l’artista Federico Russo, l’attore e illuminotecnico Hossein Taheri, l’urbanista Carmelo Celona, la casa editrice Mesogea, il centro studi eoliani, Silvia Jop, antropologa di Lavoro Culturale e molti altri.

La prima FESTA INTERNAZIONALE DI TEATRO ECO/LOGICO è un progetto di fluidonumero9

in collaborazione con The Company

con il patrocinio del Comune di Lipari, di Legambiente Sicilia, del Centro Studi Eoliani

Direzione artistica Alessandro Fabrizi

Organizzazione Leonardo Gambardella e Tommaso Capodanno per fluidonumero9

Amministrazione Marica Gungui per The Company

Ufficio stampa Marina Saraceno

fluidonumero9 è un gruppo che si è formato da una comune esperienza di Metodo Linklater e si occupa di promozione e produzione di spettacolo dal vivo senza uso di corrente elettrica aggiunta.

http://www.festaditeatroecologico.com

Info e prenotazioni:

Tommaso Capodanno cell. 333 7508055 email tommasocapodanno@hotmail.it

Ufficio stampa:

Marina Saraceno cell. 3493602434 email marinasaraceno@gmail.com


Contribuisci a realizzare la Festa di Teatro Eco Logico a Stromboli – Dona 5€

Fluidonumero9, in collaborazione con “The Company” e con il “Teatro Pinelli Occupato”, vi invita ad una festa per celebrare lo spettacolo dal vivo, senza uso di corrente elettrica. 15 performance di teatro, musica e danza, rigorosamente unplugged, nello scenario naturale dell’isola di Stromboli.

Puoi donare attraverso il sito di fundraising: http://it.ulule.com/festa-di-teatro-ecologico/


Tutto è nato nel 2005 quando la vocal coach Kristin Linklater e Alessandro Fabrizi si sono riuniti sull’Isola di Stromboli insieme a 15 attori, per esplorare le potenzialità della “voce naturale” a contatto con un luogo come l’isola di Stromboli. Da quell’anno, in collaborazione con Susan Main, il gruppo ha continuato a portare avanti il lavoro di ricerca con dei seminari annuali (www.stromboliproject.com), aperti ad attori professionisti provenienti da tutto il mondo.

Cosa significa “Teatro Ecologico” per noi?
Le antiche arti del Teatro e della Musica sono nate e si sono diffuse in epoche in cui non esisteva l’energia elettrica (al contrario del cinema, per esempio). Si può ben dire che la loro storia è solo in minima parte accompagnata dall’uso di luci elettriche e amplificazione. In un periodo come il nostro, in cui l’intero pianeta si confronta con l’emergenza del risparmio energetico, ci sembra importante ricordare, con una Festa, che Musica e Teatro, due occasioni così significative di aggregazione, incontro e scambio per la comunità degli esseri umani, possono essere offerti e apprezzati anche senza l’ausilio di energia elettrica. Per noi che ci occupiamo dell’esplorazione e lo sviluppo della voce umana, nelle sue caratteristiche più naturali, questa Festa è anche un modo di ricordare il valore del contatto umano immediato tra spettatori e performer, senza il filtro di effetti luce e amplificazione che non siano, appunto, naturali. Non è un tramonto uno straordinario e ineguagliabile effetto luce?
Una Festa di Teatro Ecologico significa, dunque, spettacoli a zero emissioni di CO2, vale a dire che tutte le performance avverranno in modalità rigorosamente “unplugged”, senza uso di energia elettrica aggiunta per illuminazione o amplificazione.
Tanti sono gli artisti che hanno deciso di offrire il loro contributo creativo, tra cui Isabella Ferrari, Iaia Forte e alcuni gruppi teatrali con proposte sorprendenti. E inoltre diversi eventi speciali: Caterina Gottardo condurrà uno stage di contact improvisation che culminerà in evento in piazza con la partecipazione dei passanti; Alessandro Baronio proporrà al pubblico una ricerca di oggetti rifiutati in giro per l’isola per creare delle maschere teatrali; l’Associazione dei Sub di Lipari pulirà il fondale intorno all’isola e gli oggetti ripescati verranno utilizzati come oggetti di scena e reinventati in elementi scenografici; gli artisti locali apriranno i loro studi per mostrare le loro opere e poi eventi a sorpresa e blitz dell’ultim’ora: è una Festa all’aperto e aperta, gli invitati saranno graditi anche se non avranno dato conferma per tempo…

Gli spettacoli si svolgeranno in vari luoghi dell’isola e in diversi orari (primo pomeriggio, aperitivo, dopocena). Per questa edizione l’organizzazione, l’amministrazione e la direzione artistica di “Fluidonumero9” offriranno gratuitamente il loro lavoro.

A cosa servono i fondi ?

Il gruppo “Fluidonumero9” sta offrendo gratuitamente il proprio lavoro artistico e organizzativo affinché questo progetto si realizzi.
I fondi raccolti su Ulule serviranno a rimborsare alcune delle spese vitali per gli organizzatori e l’ufficio stampa della “Festa”:
– il viaggio da Napoli fino all’isola di Stromboli
– il vitto e l’alloggio sull’isola di Stromboli durante i giorni della “Festa” e nella settimana precedente per organizzare logisticamente la “Festa”

Il vostro contributo sarà essenziale per poterci permettere di essere presenti tutti sull’Isola, così da poter accogliere al meglio gli artisti e i visitatori che saranno a Stromboli durante i giorni della “Festa”.


M’illumino di meno

locandina-millumino3

La compagnia fluidonumero9, attiva nella ricerca per un TEATRO ECOLOGICO che intensifichi la speciale qualità dell’evento dal vivo senza uso di energia elettrica aggiunta, aderisce alla campagna nazionale M’ILLUMINO DI MENO 2013 promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar su RAI RADIODUE.

M’illumino di meno è un’iniziativa simbolica finalizzata alla sensibilizzazione al risparmio energetico. Nata per celebrare l’entrata in vigore del protocollo di Kyoto invita a ridurre al minimo il consumo energetico, spegnendo il maggior numero di dispositivi elettrici non indispensabili. Inizialmente rivolta ai soli cittadini, è stata accolta con successo dapprima a livello locale, con adesioni da parte dei singoli comuni, ed in seguito dalla Presidenza del Consiglio dei ministri con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente.

Nel 2008 Hans-Gert Pottering presidente del parlamento europeo, ha dichiarato il riconoscimento dell’iniziativa considerandola “un evento che ha un valore simbolico ed un effetto tangibile”

Fluidonumero9 nel corso delle repliche che svolgerà alle Scuderie Estensi di Tivoli nel mese di febbraio oltre a mantenere fede all’impegno di un utilizzo minimo di energia elettrica, si confronterà con gli studenti e i docenti sulle pratiche virtuose per la riduzione del consumo energetico. Alla fine di ogni replica gli attori “reciteranno” il celebre decalogo per il risparmio energetico di M’illumino di meno che sarà poi discusso insieme al pubblico alfine di stimolare una riflessione su come fare a promuovere buone pratiche di:

1. razionalizzazione dei consumi energetici e riduzione degli sprechi;
2. produzione di energia pulita;
3. mobilità sostenibile (bici, car sharing, mezzi pubblici, andare a piedi)
4. riduzione dei rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso, attenzione allo spreco di cibo).

 

M’ILLUMINO DI MENO 2013
15 febbraio 2013
LA FESTA DEL RISPARMIO ENERGETICO

In occasione delle repliche dello spettacolo Innamorati del Sogno di W. Shakespeare che fluidonumero9 presenterà a partire dal 15 febbraio alle Scuderie Estensi per gli studenti di Tivoli, oltre a mantenere fede all’impegno di un utilizzo minimo di elettricità, si proporrà un confronto con gli studenti e i docenti sulle pratiche virtuose per la riduzione del consumo energetico. Alla fine di ogni spettacolo gli attori “reciteranno” il decalogo per il risparmio energetico ed elaboreranno slogan con gli studenti per la campagna M’illumino di meno.

 

M’illumino di Meno, la più grande festa del Risparmio Energetico via radio lanciata da Caterpillar, Radio2, che spegne simbolicamente ogni anno tutt’Italia, è giunta alla sua nona edizione. Per maggiori informazioni visitare il sito: http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/


Prove P&T: Pyramus brooded bewildered on his manhood

Prove P&T: Pyramus brooded bewildered on his manhood


fluidonumero9 – FN9

fn9-loc.jpg

“I FLUIDI rappresentano la trasformazione, sono multiformi e costituiscono le varie espressioni di un unico fluido che scorre per tutto il corpo. Se non viene inibito, l’elemento liquido di base cambia le proprie caratteristiche, mutandosi da uno stato di energia a un altro. Attraverso questa fluidità vengono rafforzate le opportunità per la comunicazione, la giocosità, la creatività e il cambiamento” (Bonnie Bainbridge Cohen “Sensazione, Emozione, Azione – Anatomia esperienziale del Body-Mind Centering” edizione italiana a cura di Gloria Desideri e Piera Teatini.)

“La sensibilità con cui le onde sonore della voce possono sintonizzarsi e trasmettere i pensieri e le sensazioni del cervello e del corpo permette alla comunicazione di diffondersi e avviluppare il pubblico in invisibili flussi di energia. Chi parla è al tempo stesso sulla scena e tra il pubblico.” (Kristin Linklater “La Voce Naturale”, elliotedizioni)

“Se il nostro linguaggio deve corrispondere alla nostra epoca, dobbiamo anche accettare che oggi la ruvidezza è più viva e la sacralità è più morta che in passato. Un tempo il teatro poteva iniziare come magia, la magia degli spettacoli sacri o la magia svelata dalle luci della ribalta. Oggi è esattamente l’opposto. Il teatro non è richiesto più di tanto ed è difficile che si dia fiducia a chi vi lavora. Non possiamo quindi aspettarci che il pubblico si raccolga con animo devoto e attento. Spetta a noi catturarne l’attenzione ed essere convincenti. Dobbiamo quindi dimostrare che non vi saranno trucchi, che niente sarà nascosto. Dobbiamo aprire le nostre mani vuote e far vedere che nelle maniche davvero non nascondiamo nulla. Allora soltanto potremo iniziare.” (Peter Brook “Lo Spazio Vuoto”, Bulzoni)

fluidonumero9 è un gruppo di lavoro di artisti teatrali che propone performance a zero consumo di C02.

Le antiche arti del Teatro e della Musica sono nate e si sono diffuse in epoche in cui non esisteva l’energia elettrica (al contrario del cinema, per esempio). Si può ben dire che la loro storia è solo in minima parte accompagnata dall’uso di luci elettriche e amplificazione. In un periodo come il nostro, in cui l’intero pianeta si confronta con l’emergenza del risparmio energetico e sulla riduzione dei consumi elettrici, ci piace ricordare, con le nostre performance, che Musica e Teatro, due occasioni così significative di aggregazione, incontro e scambio per la comunità degli esseri umani, possono essere offerti e apprezzati anche senza l’ausilio di energia elettrica. Per noi che ci occupiamo dell’esplorazione e lo sviluppo della voce umana, nelle sue caratteristiche più naturali, questo è anche un modo di ricordare il valore del contatto umano immediato tra spettatori e performer, senza il filtro di effetti luce e amplificazione che non siano, appunto, naturali. Non è un tramonto uno straordinario e ineguagliabile effetto luce?